Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Logo Ledha

Ultime notizie

28/07/2015

“Vogliamo andare a scuola!”. LEDHA scrive alle famiglie


I legali del Centro Antidiscriminazione “Franco Bomprezzi” incontreranno il 7 settembre i genitori che, nelle scorse settimane, hanno inviato le lettere-diffida a Province e Città Metropolitana di Milano.

Lo scorso giugno, LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità ha lanciato la campagna “Vogliamo andare a scuola!” per garantire ai bambini e ai ragazzi con disabilità residenti in Lombardia il diritto di iniziare regolarmente il nuovo anno scolastico. A seguito dell'appello lanciato da LEDHA, più di cento famiglie hanno firmato delle lettere-diffida indirizzate alle Province lombarde e alla Città Metropolitana di Milano per chiedere che venissero attivati tempestivamente i servizi di trasporto, assistenza alla comunicazione e assistenza ad personam. Servizi essenziali per garantire la frequenza scolastica di bambini e ragazzi con disabilità.

A quasi due mesi di distanza dall'appello di LEDHA, però, ancora non ci sono certezze. Per questo motivo, lunedì 7 settembre i legali del Centro Antidiscriminazione “Franco Bomprezzi”, affiancati da avvocati esperti del settore, incontreranno le famiglie che hanno firmato le lettere-diffida. Durante l'incontro verranno illustrate le azioni che LEDHA sta conducendo direttamente e le possibilità di ricorso a disposizione delle famiglie.

“Con la scusante di problemi di carattere finanziario e amministrativo, i responsabili di queste istituzioni, (con la sola eccezione, a nostra conoscenza, della Provincia di Monza e Brianza) non hanno assunto i provvedimenti necessari per attivare questi servizi”, scrive Alberto Fontana, presidente di LEDHA, nella lettera indirizzata alle famiglie che hanno inviato la diffida. I servizi di assistenza alla comunicazione, l'assistenza ad personam e il trasporto, infatti, non devono essere messi in discussione: si tratta infatti di diritti esigibili, a garanzia del diritto allo studio che deve essere riconosciuto a ogni bambino e ogni ragazzo.

L'appuntamento è per lunedì 7 settembre alle ore 17 presso la sede di LEDHA (via Livigno 2, MM Maciachini) a Milano. Per motivi organizzativi, è necessario confermare la propria presenza all'incontro, inviando una mail a info@ledha.it, registrandosi sul sito internet di LEDHA, oppure telefonando in sede (tel. 02-6570425, dalle 9 alle 13 dal lunedì al venerdì).


 

Condividi:

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilità

Informativa sull'uso dei cookie

LEDHA - Via Livigno, 2 - 20158 Milano :: tel. 02 6570425 :: info@ledha.it
Codice Fiscale 802 0031 0151 - P.IVA 07732710962 - M5UXCR1
Realizzato da Head&Hands & MediaDesign