Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Voglio vivere come dico io

Torna a Campagne

Poter scegliere dove vivere (in città o in un paesino di campagna) e con chi (da soli, con la propria famiglia o in un appartamento in condivisione), decidere dove trascorrere il proprio tempo libero. Andare a scuola, frequentare un parco, cercare un posto di lavoro che soddisfi le proprie ambizioni.

Sono aspettative e desideri comuni a tutti i cittadini. Ma per molte persone con disabilità in Lombardia è ancora difficile tradurre in realtà i propri desideri. Decidere dove vivere, con chi vivere e come vivere. 

Il diritto alla vita indipendente è il tema al centro della nuova campagna di LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità "Voglio vivere come dico io" che mira a sensibilizzare i cittadini e le istituzioni sul diritto alla vita indipendente per tutte le persone con disabilità. La campagna declina questo diritto all’interno di diversi luoghi della vita quotidiana: la città, la casa, la scuola, l’ufficio (e, più in generale, i luoghi di lavoro), il parco e i luoghi del tempo libero. 

L'articolo 19 della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, sancisce come tutte le persone con disabilità abbiano “la possibilità di scegliere, su base di uguaglianza con gli altri, il proprio luogo di residenze e dove e con chi vivere e non siano obbligate a vivere in una particolare sistemazione”. Ancora oggi, invece, molte persone con disabilità non hanno la possibilità di scegliere che cosa fare della propria vita: con chi abitare, a quali attività dedicarsi, da chi farsi assistere. Perché sono sempre “altri” a decidere per loro e secondo criteri che non sono spesso quelli della persona. Senza dimenticare il fatto che la segregazione è una prassi (purtroppo) ancora molto diffusa.

La campagna “Voglio vivere come dico io” va a supportare il “Progetto di legge regionale per la vita indipendente” presentato da LEDHA a novembre 2020 con l’obiettivo di garantire questo diritto a tutte le persone con disabilità, in modo particolare a chi ha bisogno di maggior sostegno e alle persone che fanno maggior fatica a esprimere le proprie preferenze e a vederle riconosciute. Mettere al centro dei progetti di vita indipendente i sogni, i desideri, i progetti e le passioni delle persone con disabilità è un obiettivo che può essere raggiunto e LEDHA farà di tutto per tradurlo in realtà.

Per restare aggiornati sulla campagna “Voglio vivere come dico io”, e su tutto il lavoro di LEDHA, è sufficiente iscriversi a LEDHAInforma!

 

La campagna "Voglio vivere come dico io" è stata realizzate nell’ambito del progetto “Alzare lo sguardo insieme” grazie al contributo di Fondazione Cariplo.

 

News

26 Febbraio 2021

"Voglio vivere come dico io", le registrazioni dei seminari

Diritti, emancipazione delle persone con disabilità e superamento delle barriere sono i temi al centro dei tre seminari organizzati da LEDHA e disponibili sul nostro canale Youtube

31 Dicembre 2020

Al via la campagna "Voglio vivere come dico io"

Una donna che vola a bordo di una particolare carrozzina, sostenuta da una nuvola di palloncini, è l'immagine della campagna per la vita indipendente lanciata da LEDHA

30 Novembre 2020

LEDHA promuove tre momenti formativi su diritti, emancipazione e barriere

Gli incontri -che si svolgeranno online- sono organizzati nell'ambito della campagna "Voglio vivere come dico io". Primo appuntamento giovedì 3 dicembre

Tutte le notizie su Voglio vivere come dico io