Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Logo Ledha

Archivio notizie

22/01/2019

“Perché non accada mai più: ricordiamo”

In occasione della Giornata della memoria, progetto L-inc e Anffas Nord Milano organizzano una mostra e un seminario dedicato al programma di eutanasia nazista "Aktion T4"

In occasione della Giornata della memoria (che celebra la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, avvenuta il 27 gennaio 1945), il progetto L-inc e Anffas Nord Milano organizzano una mostra dal titolo. “Perché non accada mai più: ricordiamo”. La mostra racconta lo sterminio nazista delle persone con disabilità, avviato da Adolf Hitler nel 1939 attraverso il programma Aktion T4.

Dietro questa sigla, si nasconde il programma nazista di eutanasia che, sotto responsabilità medica, prevedeva la soppressione di persone affette da malattie genetiche inguaribili e portatori di handicap mentali. Persone le cui vite vennero giudicate “indegne di essere vissute”. Impossibile avere dati certi, si stima che il programma T4 abbia portato all’uccisione di un totale di persone compreso tra le 60mila e le 100mila. “È estremamente importante vedere questa mostra -commenta Emilio Rota, presidente di Anffas Lombardia-. Perché, come ci ha ricordato Primo Levi: tutti coloro che dimenticano il loro passato, sono condannati a riviverlo. È una mostra che evidenzia gli orrori scaturiti dalla follia umana”.

L’Aktion T4 è infatti il punto d’arrivo di un percorso storico e teoretico che trova le sue radici nell’eugenetica: “Una scienza che si occupa di tutte le influenze capaci di migliorare le proprietà native di una popolazione e di portarle a svilupparsi per il maggior beneficio della comunità”, come la definì il suo fondatore Francis Galton. Su queste basi pseudo-scientifiche elaborate tra la metà dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento -e che ebbero anche un profondo radicamento a livello sociale e culturale- il governo nazista ha potuto mettere in atto l’orrore di questo.

La mostra verrà inaugurata venerdì 25 gennaio e proseguirà fino a venerdì 1° febbraio; è stata allestita al piano terra del centro culturale “Il Pertini” di Cinisello Balsamo (MI) . La mostra si articola in un percorso di 31 pannelli che documentano, attraverso scritti e fotografie, quanto accaduto. È stata prodotta da Anffas Emilia Romangna mentre il prestito è stato concesso da Anffas Brescia. All’inaugurazione di venerdì 25 gennaio alle 18 saranno presenti il presidente di Anffas Lombardia Emilio Rota, l’assessore ai servizi sociali di Cinisello Valeria De Cicco.

In concomitanza dell’iniziativa, mercoledì 30 gennaio si terrà il seminario formativo “Non basta il ricordo. Lo sterminio nazista delle persone con disabilità”. L’appuntamento è sempre al centro culturale “Il Pertini”. Interverranno i pedagogisti Luana Collacchioni e Mario Paolini, lo storico Matteo Schianchi e Salvatore Nocera, vice presidente FISH. Parteciperanno al seminario le classi quarte e quinte degli istituti Cartesio, Falck, Montale e Casiraghi.

 

 

Condividi:

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilità

Informativa sull'uso dei cookie

LEDHA - Via Livigno, 2 - 20158 Milano :: tel. 02 6570425 :: info@ledha.it
Codice Fiscale 802 0031 0151 - P.IVA 07732710962 - M5UXCR1
Realizzato da Head&Hands & MediaDesign